Santuario Madonna dell’Arco - Padri Domenicani - Via Arco, 178 - 80048 Sant’Anastasia (NA)
Preghiere
L’IMMAGINE
PREGHIERA GIORNALIERA ALLA VERGINE DELL’ARCO O Maria, accoglimi sotto il Tuo Arco potente e proteggimi. Invocata con questo titolo da oltre cinque secoli, Tu spieghi aperto e solenne l’affetto di Madre, la potenza e la misericordia di Regina verso gli afflitti. Io pieno di fede, così t’invoco: amami come Madre, proteggimi come Regina, solleva i miei dolori, o Misericordiosa! SUPPLICA ALLA MADONNA DELL’ARCO Vergine buona, che hai voluto chiamarti dell’Arco, quasi a ricordare ai cuori afflitti, alle anime pentite e bisognose che tu sei l’arco di pace che annunzia il perdono e le promesse divine, guarda benigna a me che t’invoco, a me che ti supplico con il rimorso nel cuore per tante colpe commesse, con la fronte mortificata per tante mie miserie e ingratitudini.  Ottienimi dal Figlio tuo la grazia di comprendere lo stato dell’anima mia, di piangere i miei peccati e deplorarli. Egli mi conceda, per la tua materna intercessione, un proposito fermo, una volontà costante nel bene. Che questo momento sereno passato ai tuoi piedi sia il principio d’una vita senza peccato e piena d’ogni virtù cristiana. Ave Maria Vergine santa, che hai scelto il santuario dell’Arco a trono delle tue misericordie e hai voluto la tua immagine circondata dagli innumerevoli attestati di riconoscenza dei fedeli, da te beneficati e soccorsi con mille prodigi, animato dalla fiducia per tanto tuo amore verso i miseri e per tanti doni che hai sparso nel mondo, stretto dai dolori, ricorro alla tua protezione, perché tu mi conceda la grazia che serbo nel cuore…(momento di silenzio) Tu ottienimi ciò dal Figlio tuo e come un giorno facesti lieti gli sposi a cui mancava il vino domandando per loro a Gesù il primo miracolo, dona anche a me, che attendo la gioia soprattutto dalla tua bontà, di poter aggiungere la mia povera voce di gratitudine alla voce dei tanti e tanti che ti invocarono e furono esauditi. Non sono degno, è vero, di ottenere questa grazia: povera è l’anima mia, la mia preghiera non è animata da sufficiente spirito di fede necessario per aprire le porte dei cieli; ma tu sei ricca d’ogni grazia, ma tu sei buona, e tutto accetterai, maternamente compassionevole delle mie deficienze e dei miei bisogni. Ave Maria Vergine gloriosa, che un giorno volesti apparire circondata da stelle luminose, io ti prego di voler essere in ogni momento la stella che guida il mio cammino. Tu nelle tempeste della vita, tra i mille pericoli per l’anima e il corpo, brilla al mio sguardo così che io possa sempre trovare la via che conduce al porto della vita eterna. E quando, compiuti i giorni della mia fragile esistenza, attenderò il Giudice eterno, tu soccorrimi; sorreggi tu la vita che manca; fa’ più vivida e forte la mia fede; ripeti all’anima parole di speranza e di protezione, donami una carità più ardente. Da te voglio essere presentato al mio Giudice come un tuo devoto, misero ma fedele e grato. Tu devi in quell’ora apparire all’anima qual sei, la bella aurora dei cieli, dove verrò a lodarti con i santi e gli angeli per tutti i secoli dei secoli. Amen. CORONCINA ALLA MADONNA DELL’ARCO O Vergine dell’Arco, che per mezzo di questa tua santa Immagine, dipinta sull’intonaco di un modesto muro, sulla pubblica via, operasti così grandi meraviglie e portenti da suscitare lo stupore dei popoli, dimostrando loro di avere verso questo luogo particolare benevolenza, io ti supplico di ottenermi dal tuo divin Figlio Gesù l’amore e l’ubbidienza al suo santo e divino volere per tutta la mia vita. Ave Maria Consolatrice degli afflitti, prega per noi. O Vergine dell’Arco, tu manifestasti per questa tua santa Immagine una singolare predilezione glorificandola in modo straordinario, allorché, colpita dalla palla dell’insano giocatore di maglio, emanò vivo sangue dalla guancia sinistra. Ma tu, Madre buona, certo gli ottenesti la grazia della contrizione. Per pietà! ottienila anche a me, perché il mio cuore senta un vero e profondo dolore dei peccati commessi. Ave Maria Aiuto dei cristiani, prega per noi. O Vergine dell’Arco, il tuo Figlio divino ti costituì dispensatrice di grazie e di favori, e non lasciò impunita l’ingrata Aurelia, che, immemore dei tuoi benefici, bestemmiò il tuo santo Nome. Tu, però, Madre buona, non tralasciasti di impetrarle il perdono. Imploro il tuo aiuto perché in vita mi tenga sempre lontano dal peccato per non provocare la divina giustizia. Ave Maria Rifugio dei peccatori, prega per noi. O Vergine dell’Arco, con segni evidenti hai mostrato di voler essere sempre pronta ad accogliere, nel tuo cuore di madre, i voti e le preghiere di coloro che ricorrono a te. Una così bella prova di affetto mi dà fiducia di supplicarti, perché tu mi ottenga la grazia che serbo nel cuore…(momento di silenzio) Madre amorosa, io spero di ricevere questa grazia, mediante la tua intercessione; anzi sono sicuro, sicurissimo di ottenerla! Ave Maria Porta del Paradiso, prega per noi. O Vergine dell’Arco, le pareti del tuo tempio, ricoperte da migliaia di tavolette e oggetti votivi, sono testimonianza della tua misericordia di Madre e di quanto ti sia caro questo titolo dell’Arco, nel quale pare che si compendino i fasti della tua potenza e le ragioni della nostra speranza. Qui, da più di cinque secoli, hanno trovato i mesti il conforto, gli infermi la salute, gli sventurati il sostegno, i moribondi la vita. Io qui umilmente mi prostro dinanzi a te; e abbandonandomi nelle tue braccia amorose, come il bambino nelle braccia della madre, son certo di attraversare questo mare tempestoso della vita, e giungere al porto desiderato della beata eternità. Ave Maria Maria, Madre nostra, prega per noi. TRIDUO DI RINGRAZIAMENTO Vergine clemente, nei giorni di sofferenza e di dolore io feci ricorso al tuo aiuto materno. Non ne ero degno: quante colpe abbruttivano l’anima mia, quanti peccati! Tutto mi portava a vacillare e disperare. Ma la fede mi soccorse ed io ricorsi a Te. Bussai al tuo cuore di Mamma. Guardai il Bambino che stringi sul braccio. Mi rifugiai sotto il tuo arco potente. Pregai, sperai e fui esaudito. Grazie vivissime a Te, Vergine santa, Madre pietosa, Regina augusta dell’Arco! Ave Maria Vergine santa, io mi sento incapace di ringraziarti come dovrei e vorrei, ma tu accetta questa sincera espressione della mia riconoscenza di figlio. Grazie, o Maria, Vergine tutta santa, Madre purissima, Rifugio dei peccatori, che dal tuo Figlio, Gesù, mi ottenesti la grazia che ti chiesi. Grazie! Te lo dico con la voce dei bimbi innocenti e dei giusti che sulla terra ti onorano e ti invocano. Te lo dico con la voce dei Santi e degli Angeli che in Cielo ti acclamano. La mia, invece, è solo la voce di un peccatore.  E sapendo che Tu desideri dai tuoi devoti la fuga dal peccato e l’amore verso il tuo Gesù, nostro Dio e nostro Salvatore, eccomi Vergine Santa dell’Arco, a prometterti sinceramente che, fin da oggi, mi impegno a compiere con maggior esattezza i miei doveri di cristiano. Mi accosterò più spesso ai santi Sacramenti e, soprattutto, fuggirò ogni occasione prossima di peccato (qui si formuli col pensiero il proposito di evitare la colpa in cui si cade più frequentemente). Ottienimi la perseveranza nei miei buoni propositi, sostienimi nelle difficoltà e tentazioni; guidami nell’amore di Gesù e dei fratelli. Ti ringrazio, Vergine Santa! Ave Maria Vergine gloriosa, le pareti del tuo Santuario, colme di tavolette votive, testimoniano in piccola parte le tante grazie che in più di cinque secoli hai sparso su quanti con fede si rivolsero a Te. E questo tempio e le opere di bene, sorte alla sua ombra, sono il nostro piccolo “grazie” di figli alla tua immensa bontà di madre. Vogliamo ringraziarti, Madre, per le lacrime che hai asciugate e per i cuori che hai consolati. Sii sempre benedetta nei secoli, Vergine gloriosa e potente! Sotto il tuo Arco trovano rifugio e sicurezza quanti con fede e amore si rivolgono a Te. Sotto la tua protezione mi rifugio anch’io: difendimi nel tempo, custodiscimi per l’eternità, o nostra sicura Speranza. O fulgida Porta del Cielo, Stella radiosa del mattino, Salute degli infermi, Consolatrice degli afflitti, accoglimi sotto il tuo arco luminoso di pace. Io non lo merito ma tu, benevola, soccorrimi perché il mio ringraziamento  possa sempre elevarsi qui in terra e lassù nel Cielo. Grazie, Vergine gloriosa dell’Arco! Ora e per sempre! Ave Maria O Maria, Vergine graziosissima e Madre amabilissima dell’Arco, Ti ringraziamo per le tante grazie che di continuo riceviamo dalla tua benigna mano e Ti preghiamo di concedere anche a noi un cuore puro come il tuo, capace di amare il Tuo dolcissimo Figlio come lo ami Tu. Purifica, dunque, o Vergine immacolata, il nostro cuore da ogni peccato, allontana da noi tutto quello che dispiace agli occhi Tuoi, purifica la nostra anima dai desideri terreni e innalzala al desiderio dei beni celesti. Molte sono le insidie che ci allontanano da Dio ma, protetti dal tuo Arco potente, vogliamo vivere e morire fedeli a Dio e ai suoi insegnamenti, impegnando tutto di noi stessi per compiere la volontà di Dio. A te, Vergine santissima dell’Arco, affidiamo tutta la nostra vita: aiutaci a non offenderti, a non deluderti, a non scoraggiarci nelle miserie della nostra vita. Volgi su di noi, ora e nell’ora della nostra morte, gli occhi tuoi misericordiosi, e prega per noi il tuo figlio Gesù, perché sia sempre misericordioso con noi. Amen. Ave Maria Santa Maria, vincolo di pace tra noi e il tuo Figlio Gesù; Arco celeste, che lo sdegno di Dio muti in serena misericordia, Arco incrollabile, che ci difendi dagli assalti dei nemici; donaci, o Vergine benedetta, di godere perennemente della tua materna protezione. Prega per noi, santa Maria dell’Arco. Perché siamo fatti degni delle promesse di Cristo.