HOME HOME
Il   termine   biblioteca   deriva   dal   greco   “βιβλιο-   ϑήκη”,   βιβλιο   è   infatti   il   termine   greco   che   indica   “libro”,   mentre   ϑήκη indica   “un   luogo   di   deposito”.   I   βιβλιοϑήκαι   erano   per   gli   autori   classici   i   mobili   in   cui   libri   venivano   collegati.   Nei   secoli questi   luoghi   di   raccolta   sono   divenuti   sempre   più   grandi   fino   a   divenire   delle   vere   biblioteche   moderne.   Quindi   in   ultima analisi   la   biblioteca   è   un   luogo   dove   si   custodiscono,   in   maniera   diversa,   come   vedremo,   tomi   e   libri   di   tutti   i   generi   per   una consultazione   al   piccolo,   al   medio   o   al   vasto   pubblico,   com’è   stato   nelle   varie   epoche   in   modi   diversi.   Importante sottolineare   la   differenza   fra   libreria   e   biblioteca:   il   primo   è   un   luogo   di   “mercato”   dove   comprare   i   libri   per   poter sviluppare    una    biblioteca    privata,    il    secondo    invece    come    detto    è    un    luogo    di    conservazione.    In    quest’epoca    di digitalizzazione   del   libro   il   ruolo   delle   librerie   e   delle   biblioteche   è   sempre   più   importante:   il   rischio   di   perdere   nozioni attraverso   la   digitalizzazione   della   carta   è   sempre   più   forte,   tanto   che,   aumentano   via   via   di   numero   le   biblioteche   digitali, autorizzate   e   non,   dove   poter   consultare   libri   direttamente   online,   scoraggiando   la   nascita   e   lo   sviluppo   di   nuove   case editrici   e   di   conseguenza   di   librerie.   Tutto   ciò   naturalmente   rischia   di   soffocare   la   nascita   di   nuovi   posti   di   lavoro   a   scapito del   digitale,   elemento   quest’ultimo,   di   cui   l’uomo   deve   farne,   a   mio   avviso,   un   saggio   uso,   attento   e   mai   spropositato,   senza mai bruciare le tappe, laddove la sostituzione del cartaceo al digitale non sembra essere del tutto soddisfacente.